Non fatevi dettare i tempi da nessun@

Era da tempo che volevo parlarne, ma alla fine rimandavo sempre. Oggi però leggo questo post, le cui analisi condivido in pieno, che dimostra come il “delitto d’onore” in realtà sia stato cancellato solo dal codice penale ma non a livello culturale. Su questo discorso potrei dirvi tanto ma qui vorrei parlarvi della verginità in termini di autodeterminazione. Di tale tema vi ho già accennato in quest’altro post e, partendo da quelle premesse, cercherò di ampliare maggiormente il discorso.

Partiamo con il capire quando una donna si autodetermina. Per me lo fa quando sceglie, aldilà di ciò che le è stato imposto, di compiere e dire ciò che le piace. La verginità, sia nel caso che la si preservi o meno, è una scelta che riguarda solo ed esclusivamente la donna e che dovrebbe esser sempre rispettata.

Nei racconti di mia madre, delle mie zie e delle mie nonne sento spesso ciò che oggi sappiamo tutt@, ovvero che prima la verginità era imposta. Non potevi decidere di darla o meno, dovevi serrare le cosce e aspettare il matrimonio, altrimenti ti beccavi il marchio di puttana.

Dopo la liberazione sessuale, che poi non è stata tale, siamo giunti alla situazione opposta. Oggi devi darla, anche abbastanza presto. Credetemi se vi dico che, durante la mia adolescenza, ho vissuto, sia personalmente che attraverso le mie amiche, l’ansia di esser ancora vergine. Finchè sei adolescente, ancora ancora il tuo esser vergine è qualcosa che ti fa sembrare “migliore”, perchè vieni percepita come “quella che sta aspettando quello giusto” ma poi, quando si va avanti con l’età e si raggiungono i venti quella scelta diventa qualcosa di cui vergognarsi e per questo a volte si cela. Conosco alcune amiche che si vergognano di esser ancora vergini e che quindi non lo dichiarano.

Lo stesso discorso, ma all’inverso, si può fare per gli uomini. I miei amici, dai 16 anni in su, dovevano aver scopato. Non c’erano ma o se che potevano reggere, dovevano aver fatto sesso altrimenti venivano torturati nei modi che potete immaginare. Mentre io “potevo/dovevo” ancora esser vergine e vantarmene, loro dovevano aver già dato prova di virilità. Questa cosa, allora, non mi era chiara e perciò trovavo disgustosa la loro corsa verso la scopata.

Oggi, che invece ho una visione molto più chiara e complessa della società e della cultura, capisco che eravamo tutt@ vittime di chi aveva deciso per noi i tempi della scoperta della sessualità. E non vi nego che ho conosciuto ragazzi che hanno perso la verginità verso i venti e che se ne vergognano da morire.

Questa cultura non salva proprio nessun@, perché se da una parte ti sbatte in faccia un’erotizzazione feroce che ti invita al sesso perenne, dall’altra ti castra dettandoti quali siano i gusti “giusti” (no alle “depravazioni”), la sessualità “normale” (etero), i/le partner giust@ (solo compagni, mariti o fidanzati, banditi gli amori queer), i tempi (né troppo “presto” né troppo “tardi”) ed ect. Quindi, sia che decidiamo di scopare come e quanto vogliamo, sia che decidiamo di non farlo, siamo comunque destinat@ a vergognarcene. E la cosa peggiore sapete qual è? E’ che noi, vittime di una stessa cultura, invece di unirci e liberarc@ insieme ci facciamo la guerra perchè, troppo spesso, cerchiamo di imporre la nostra scelta invece di rivendicarcela come possibile ma non unica nè “giusta”.

Ma le categorie di “giusto”, “normale”, “presto”, “tardi”, chi cavolo le ha decide? Il mio corpo e la mia sessualità sono miei e non permetto a nessun@ di legiferarci sopra. Vorrei invitarvi a non sentirvi in colpa, per qualunque scelta voi abbiate preso o che stiate prendendo, perché il problema non è la vostra scelta ma chi ha imposto che ce ne sia una soltanto di giusta. Non è vero, non c’è una scelta giusta, c’è solo quella che decidiamo noi di prendere per noi stess@ e che spero non imporremo a nessun@.

Da parte mia posso assicurarvi che mai vi imporrò i miei gusti, le mie scelte, mai deriderò chi è vergine o chi ha perso al verginità in modi diversi dai miei, mai vi discriminerò. Nelle mie analisi mi limito solo a chiedere che tutte le scelte siano rispettate, come è giusto che sia. La libertà è qualcosa che ha senso se la si concede e la si riceve, altrimenti è solo fuffa.

Vorrei segnalarvi questo pezzo tratto dal documentario “Vogliamo anche le rose” che trovo giustissimo a conclusione di questo post e, come sempre, vi invito a dirmi la vostra.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Antiautoritarismo, Antisessismo, Autodeterminazione, Educazione, R-Esistenze, Sessualità/Sesso. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non fatevi dettare i tempi da nessun@

  1. charlotte ha detto:

    Mi ritrovo molto nel tuo post. Ho 21 anni e ho avuto un solo incontro sessuale e non lo dico di solito a nessuno se non in contesti particolari. Il punto è che non mi piace l’essere giudicata per le mie scelte sessuali. Non mi piaceva al liceo quando tutti mi davano della puttana ninfomane non mi piace quando associano l’idea di me vergine come pudica fanciulla religiosa. Semplicemente siccome fino ai 20 anni diciamo che non avevo ben realizzato che i maschi non mi piacessero proprio non ho fatto sesso con loro. D’altra parte però mi definisco “sex positive” e quando si parla di sadomasochismo, sesso e affini di certo non mi scandalizzo. Il problema è che sento che collegata alla verginità ci sia questa implicita etichetta per le ragazze di non desiderio sessuale, o di moralismo che proprio non mi si addice. Non mi piace l’idea di essere ipersessualizzata quando parlo liberamente di sesso, come non mi piace l’idea di essere considerata priva di desiderio sessuale quando parlo della mia verginità ecco. Il punto è che però il fatto di essere non so, priva di esperienza, mi genera anche se so che non è giustificata una certa ansia da prestazione. Sento che nell’ambiente lesbico ci sia un po’ questa tendenza alla competizione talvolta, il che crea aspettative che non sono sicura di soddisfare. E’ come se sapessi che non dovrei subire condizionamenti sociali, ma allo stesso tempo ne sia comunque inevitabilmente influenzata.
    (forse era un po’ fuori tema con il tuo articolo? comunque mi piace molto il tuo blog lo trovo davvero interessante!)

    • vaviriot ha detto:

      Charlotte non sei per nulla fuori tema =) Trovo ciò che dici molto interessante e ti ringrazio per averlo condiviso. Anch’io ho sempre il timore di esser fraintesa quando parlo liberamente di sesso perchè so di passare per quella “che ci sta sempre” perchè le piace il sesso (alcune persone me lo hanno detto proprio in faccia che ero una ninfomane)… e lo stesso vale per la verginità, se qualcuna ne parla rivendicandosela la si associa sempre o a poco desiderio sessuale oppure alla religione… infatti è per questo che nessun@ si dichiara più tale. Ma se all’inizio mi facevo dei problemi, ora non mi interessa più… se una persona arriva a credere di potermi scopare solo perchè parlo di sesso senza tabù non è certo una persona che rispetto e la cui stima mi interessi =D Per scoparmi ci vuole come minimo un cervello funzionante.
      Per quanto riguarda l’esperienza, beh hai ragione, c’è competizione, ma c’è anche chi ama fare da insegnante, e qui devo confessare che, sì, sono colpevole… l’ho fatto anch’io e non è stato male, anzi, però in questo periodo preferisco quell@ con più esperienza e più grandi… ma io vado a periodi e prima o poi ci ricasco perchè ci si diverte entrambe =D Quindi non farti problemi, chi deciderà di stare con te lo fa perchè le piaci, l’esperienza è secondaria e poi la farete insieme (conosco una coppia di amiche che, quando hanno iniziato a frequentarsi, una di loro era alla sua seconda storia con una ragazza, anche lei aveva più di 20 anni e si preoccupava per la scopata, diciamo che andava in paranoia… ma è andata bene, e dopo anni sono ancora insieme =D)
      Grazie mille per il commento, la condivisione e i complimenti ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...